RELAZIONI,  TUTTI GLI ARTICOLI DEL BLOG

QUANDO E’ IL MOMENTO DI CHIUDERE UNA RELAZIONE?

In un mondo perfetto, ci sarebbe un regolamento che ci permetterebbe di sapere quando una relazione è giusta per noi (una piccola guida con tanto di evidenziatori in dotazione, ovviamente!). Ma siccome non c’è, tutte noi abbiamo provato la difficoltà di doversi soffermare sul dubbio che la decisione da prendere sia continuare una relazione piuttosto che lasciarla andare.

Sia che si tratti del rapporto con il compagno, con il\la migliore amico\a o con un familiare, a volte emergono problemi importanti (non le naturali incomprensioni!) ed è difficile decidere cosa fare al riguardo. A volte la pressione ci sembra schiacciante: “rimango e speriamo di non star a perdere tempo, o chiudi rischiando di chiedermi poi se non fosse stato solo un brutto momento che sarebbe potuto passare?”.

Anche se non ho dei begli evidenziatori per te (il mio peggior difetto, lo so), ecco alcuni indizi che è arrivato il momento di lasciare andare una relazione.

1. Quando ti senti come se stessi camminando su gusci delle uova

Questo non è salutare. RIPETERE ASSIEME A ME: QUESTO NON E’ SANO. L’insicurezza o la paura di essere te stessa quando intorno a te c’è qualcuno a cui tieni per il timore di irritarlo o allontanarlo è una trappola che è allo stesso tempo straziante e tossica. Lo scopo di una sana relazione è avere vicino qualcuno che sappia chi sei e ti ami per questo. Se qualcuno non sembra interessato a chi sei veramente e a cosa vorresti dire\fare veramente, gli smiles sui messaggini che invii e il modo in cui ti prodighi a comprendere le sue esigenze non farà la differenza. Quindi la prossima volta in cui ti sorprendi a chiedere ai tuoi migliori amici o a te stessa se quello che hai detto non fosse forse “troppo”, ricorda a te stessa che sei grande e meriti solo persone che pensano esattamente questo (anzichè persone che ti fanno sentire come se dovessi modellarti in qualcun altro).

2. Quando questa persona sta influenzando la tua vita quotidiana

Le relazioni spesso necessitano di un compromesso: questa è la semplice verità. Se sei accomodante con la persona a cui tieni e per questo stai facendo slittare le scadenze lavorative o trascuri le altre cose che una volta ti rendevano felice, fai un passo indietro. La tua vita personale non dovrebbe impoverirsi per alimentare la felicità di qualcun altro. Allo stesso modo, una relazione che ti sconvolge fino al punto in cui non ti senti bene o hai poca energia per alzarti dal letto devi renderti conto che questo deve provocarti una, grande, preoccupazione. In generale, una relazione positiva e sana è chiarita dal tuo stato di felicità. Ricorda che la vita è troppo breve per non essere vissuta a causa di una relazione che la spegne.

3. Quando non vedi un futuro

Probabilmente hai immaginato che questo fattore avrebbe fatto parte di questa lista. È una situazione classica, la più rilevante, ma che è molto più facile a dirsi che a rendersene conto… Quando dico che non vedi un futuro, intendo che la persona in questione ha opinioni, rispetto al domani ma anche al presente, che si scontrano completamente con le tue. Queste non riguardano questioni del tipo che preferisce i tacos mentre te gli hamburger, ma, ad esempio, che lui non vuole figli mentre te ne vorresti tre. A volte dipende anche dalle caratteristiche di una persona. Se è un filo oltre il normale del parsimonioso coi suoi soldi mentre te stai comprando quella tuta di seta in ogni colore in cui ti entra, questo potrebbe causare problemi in futuro. Sii consapevole di ciò che vuoi o pensi tu.

4. Quando non riesci a perdonare

Potrebbero esserci tanti motivi per cui non riesci a superare qualcosa che è accaduto nella relazione. Non sono qui per giudicare, per dire se fai bene o fai male: c’è di sicuro una ragione all’origine del tuo malessere e questo, già da sè, rende i tuoi sentimenti completamente validi. Tuttavia, trattenendola e aumentando, così, involontariamente il risentimento, questo influirà sulla tua salute e sulla qualità della relazione. Il perdono richiede un’enorme forza (io non sono mai riuscita a farlo, e non me ne vergogno…), e talvolta proprio il dolore, quella sensazione di essere stata tradita, mette in ombra la nostra forza. Indipendentemente da ciò che deciderai di fare con la relazione, ricorda a te stessa che perdonare qualcuno (dentro di te) non sarà solo per alleviare i sentimenti negativi nei confronti della persona, ma anche per permettere a te stessa di iniziare a guarire.

5. Quando ti chiedi continuamente se dovresti lasciar perdere tutto

È normale ed anche costruttivo interrogarsi sulla propria relazione ogni tanto, ma se ti trovi regolarmente a rimuginare sull’idea di una vita senza questa persona, è giunto il momento di essere onesta. Forse ti senti male perché non ti sai spiegare perché questo pensiero persistente ti salti in testa: è comprensibile. Per quanto sciocca e banale possa sembrare questa spiegazione, è l’unica reale: ci conosciamo meglio di quanto pensiamo, ed è sempre intelligente prendere in considerazione ciò che il nostro istinto interiore continua a suggerirci.

E tu?
Come fai a sapere quando una relazione deve finire? Quali altri suggerimenti hai per chi affrontando questa dura decisione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *