CRESCITA PERSONALE,  TUTTI GLI ARTICOLI DEL BLOG

COS’È LA CONSAPEVOLEZZA E COME PRATICARLA

Hai mai osservato i bambini mentre giocano?

Sono così immersi in quello che stanno facendo che sembrano in un altro mondo.

Sono consapevoli.

Di questi tempi si sente parlare spesso della consapevolezza.

Bene, tutta la meravigliosa tecnologia che abbiamo inventato per rendere più semplice la nostra vita ci sta, però, anche facendo concentrare sempre meno, ci sta facendo perdere tutta l’attenzione.

Siamo perseguitati dal pensiero di nuove notifiche e ci siamo costretti all’abitudine di controllarle costantemente per assicurarci di non perdere nulla.

Questo ci ha fatto dimenticare di apprezzare ciò che sta accadendo nel momento.

Come la sensazione sotto i tuoi piedi quando calpesti l’erba appena tagliata, il profumo del fiore che è sbocciato oggi nel tuo giardino, l’inaspettato bacio che tuo figlio ti ha dato mentre eri occupata in cucina.

Ti rendi conto che non abbiamo bisogno di grandi cose nella vita per essere veramente felici?

Passiamo spesso le nostre giornate a preoccuparci del prossimo grande risultato che vogliamo ottenere.

Le piccole cose che accadono durante la nostra giornata sono sufficienti per renderci felici.

Ma la chiave sta nel notarle e apprezzarle.

Questo può accadere quando sei consapevole.

COS’È LA CONSAPEVOLEZZA?

La consapevolezza è l’essere pienamente presente e consapevole di ciò che stai facendo in questo preciso momento momento.

E’ quando rivolgi la tua totale attenzione ed il tuo pensiero a quello che stai facendo nel momento, non lasciando che la tua mente vaghi altrove. Quando succede che il pensiero vaghi, ne sei consapevole e lo riporti delicatamente a ciò su cui ti stai concentrando, senza giudizio.

E’ semplice vero?

Ma se sei principiante nella pratica della consapevolezza, non lo troverai così facile come sembra, perchè la tua attenzione va alla deriva senza che tu te ne accorga e lo realizzi dopo un po’… migliorerai con la pratica!

I BENEFICI DELLA CONSAPEVOLEZZA

La consapevolezza ha molti vantaggi per il tuo benessere generale.

  1. LA CONSAPEVOLEZZA AUMENTA LA CONCENTRAZIONE

Abbiamo un sacco di punti ogni giorno nella nostra lista di cose da fare.

L’ideale sarebbe se potessimo depennarli uno per uno facilmente.

Ma ci ritroviamo che ogni volta che siamo pronto a svolgere un compito, ci viene in mente qualcos’altro che deve essere fatto.

E ci viene l’ansia perché non abbiamo finito.

Poi sale lo stress.

E non siamo più in grado di concentrarci sull’attività corrente.

Ti senti sopraffare.

In questi momenti, faccio un esercizio di meditazione di consapevolezza (continua a leggere sotto per vedere come fare).

Calma la mente e mi aiuta a rilassarmi.

Sono in grado di concentrarmi meglio sul compito che sto svolgendo in quel momento.

La consapevolezza ti aiuta ad aumentare attenzione e concentrazione perché stai facendo uno sforzo per attirare e mantenere il pensiero sul momento presente.

Ha persino il potere di cambiare il tuo cervello.

L’effetto della pratica della consapevolezza può durare a lungo, anche quando non lo fai coscientemente, grazie alla neuroplasticità, cioè la capacità del cervello di modificarsi in base all’esperienza.

È incredibile, vero?

2. LA CONSAPEVOLEZZA RIDUCE LO STRESS E L’ANSIA

Quando pratichi la consapevolezza sei più in sintonia con i tuoi pensieri. Questo significa che se spunta un pensiero che ti dà stress, riesci a riconoscerlo.

Riesci a dire a te stessa “Ok. Questo mi sta stressando. Torna a ciò su cui stai lavorando”.

Quindi si riesce a reagire ai propri pensieri piuttosto che venirne controllati.

3. LA CONSAPEVOLEZZA MIGLIORA LA SALUTE FISICA

Le ricerche hanno dimostrato che il nostro cervello ha la capacità di influenzare le risposte infiammatorie del corpo.

Il nostro cervello e il nostro sistema immunitario sono infatti interconnessi.

La meditazione consapevole può essere usata, perciò, come un percorso per addestrare il nostro cervello a controllare la reazione allo stress e prevenire molte malattie che ne derivano.

Potenzia anche la memoria, promuove la salute del cuore, migliora la qualità del sonno, ecc.

Ma come si diventa più consapevoli? Come incorporare la consapevolezza nella vita quotidiana?

COME INIZIARE A PRATICARE LA CONSAPEVOLEZZA DA PRINCIPIANTE?

Iniziamo a capire cos’è la consapevolezza e i benefici della presenza mentale.
Contrariamente a ciò che molti pensano, la consapevolezza non significa svuotare la mente in modo da non pensare a nulla.
Significa invece ascoltare i pensieri e le sensazioni senza diventare emotiva, senza cioè giudicarli.

Ecco alcuni esercizi di consapevolezza per iniziare.

1. PRATICA LA CONSAPEVOLEZZA NEL MOMENTO

Puoi iniziare a praticare la consapevolezza in questo momento.
Non ci sono regole per iniziare ad essere consapevoli.


Ad esempio, mentre stai leggendo questo articolo, prova ad essere consapevole.
Fermati e osserva come i tuoi occhi si stanno muovendo da sinistra a destra.
Rallenta e visualizza ogni lettera, nota la forma di ciascuna.
Nota come il tuo dito tocca lo schermo o i pulsanti freccia o come la mano muove il mouse.
Senti la sensazione sulla punta delle dita mentre tocchi il dispositivo che stai usando.
Nota il colore bianco sullo sfondo.
Leggi ciascuna parola e ascolta la tua mente pronunciandola.

Ti accorgi di come hai rallentato e ti senti calma?
Come ti senti?
Scommetto che ti senti più rilassata e calma.
Questo è solo un esempio di ciò che la consapevolezza può fare per te.
Vivi un momento di calma, il tuo umore si alleggerisce e ti senti felice.
E poi non senti la fretta di finire l’articolo.

È una fuga dal caos interiore.

Puoi applicarlo praticamente a tutto ciò che fai.

Basta fermarsi un minuto o due per essere veramente presenti e consapevoli di ciò che fai.

Un altro esempio:

Supponi di camminare scalza.
Nota come si sente il piede quando tocca terra.
Il pavimento è freddo? O caldo? Senti come riesci a sollevare facilmente ogni gamba e metterne una prima dell’altra. Come le tue gambe bilanciano facilmente il peso del tuo corpo. Come dal punto A raggiungi il punto B.

Sentiti grata per come sei in grado di “portarti” ovunque tu voglia andare.

Puoi applicare questa tecnica a tutto ciò che fai nella vita quotidiana.

Ma ciò non significa che devi per forza essere consapevole in tutto ciò che fai. Facciamo molte cose con il pilota automatico perché quelle sono abitudini consolidate nel corso degli anni. È a nostro vantaggio e siamo a nostro agio.

La consapevolezza va praticata perché a volte devi ricordare a te stessa la bellezza delle piccole cose e apprezzare ciò che siamo in grado di fare.

2. MEDITAZIONE CONSAPEVOLE

La meditazione consapevole è il modo più comune per praticare la consapevolezza. Nella meditazione consapevole, devi prestare attenzione alla tua respirazione. Come fai un respiro, come lo rilasci e come il tuo torace o lo stomaco si riempiono di aria.

Come fare la meditazione consapevole?

Scegli un posto tranquillo dove sederti. Puoi sederti in qualsiasi posizione ti piaccia, che sia a gambe incrociate o semplicemente su una sedia. Con la schiena ben dritta. Ora prima di iniziare subito la meditazione, concediti un po’ di tempo per rilassarti. Lascia che la tua mente si accomodi e si prepari. Fai alcuni respiri profondi. Imposta un timer.

Consiglierei di iniziare con 2-5 minuti. Ma vedi te.

Ora inizia a concentrarti sulla respirazione.

Nota mentre si inspira come si alza il petto e mentre si espira come scende (non devi fare respiri profondi, respira normalmente.) Quando ti pare che la tua mente vaghi, riportala delicatamente a concentrarsi sulla respirazione senza giudizio o sentendo frustrazione.

Aumenta lentamente la durata della meditazione nel corso dei giorni, in base alle proprie capacità.

3.MANGIARE CONSAPEVOLE

Molti di noi sono abituati a mangiare guardando la televisione o Netflix.

Mangiamo senza pensare e dimentichiamo quanto realmente abbiamo bisogno di mangiare e non ci soffermiamo nemmeno ad assaporare il gusto del cibo.

Il mangiare consapevole si incentra sul godimento di tutti gli aspetti del cibo che stai mangiando. Il suo profumo, il sapore, la consistenza e soprattutto l’essere consapevoli di come ti senti mentre mangi.

Come si fa a mangiare consapevolmente?

Mangia solo quando sei affamata e non subire i segnali visivi. Tieni lontane le distrazioni (TV, computer, smartphone, libri). Mastica il cibo lentamente e completamente prima di deglutire. Apprezza il gusto del cibo. Apprezza la fortuna di avere il cibo che vuoi in tavola. Smetti di mangiare quando sei piena. Ricorda che una volta piena, anche un solo boccone porta ad un eccesso di cibo e aumento di peso.

Ci vogliono circa 20 minuti perché il nostro cervello recepisca il messaggio di sazietà.

Quindi se sei abituata a mangiare in fretta e senza pensarci, per forza mangerai più del necessario. Per questo motivo, mangiare consapevole aiuta a perdere peso, perché sei consapevole di cosa e quanto mangi.

Questi esercizi sono sufficienti per iniziare il tuo viaggio di consapevolezza.
Inizia in piccolo e prova a farli almeno una volta al giorno.
Non devi dedicare un tempo apposito per farlo, ma fallo mentre continui le attività della vita quotidiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *