PAGATI PER SCRIVERE,  TUTTI GLI ARTICOLI DEL BLOG,  VINCENTE E DI SUCCESSO

ESSERE CONTENT CREATOR NON E’ UN HOBBY

No, il Content Marketing non è una “soft skill”.

Io sono una content creator. Termine inglese abusato, che possiamo semplicisticamente tradurre con “creatore di contenuti”… che pare un hobby, una definizione da mettere nelle biografie di Instagram, come se non fosse altro che cazzeggiare sui social e scrivere qualche frasetta o citazione. Questo è vero solo per quanto riguarda, appunto il cazzeggiare, sui social, ma, professionalmente il content marketing non è un gioco.

E non è nemmeno, come ti dicevo all’inizio, una soft skill

Conosci la differenza tra soft skill e hard skill? Le prime rappresentano le abilità relazionali (come l’intelligenza emotiva, il pensiero critico, l’empatia, ecc…), le seconde le competenze tecniche vere e proprie . Si tratta di due facce della stessa medaglia, di due aspetti in grado di formare una personalità professionale completa (…c’è chi sostiene che le soft skill siano quasi più rilevanti per avere successo, ma in realtà non si può prescindere nè dall’una nè dall’altra). 

In ogni caso, senza divagare: chi scrive contenuti, deve avere parecchie soft skillma scrivere, e scrivere a scopo di marketing, non è per niente SOFT!
Mentre gli autori di contenuti, purtroppo, troppo spesso vengono identificati come soft. 

IL LAVORO DEL CONTENT CREATOR ELEONORA VIGNATO

Così, un lavoro come il mio, sembra qualcosa che puoi fare con la tv accesa, le gambe alte sul divano mentre navighi tra negozi di scarpe online: senza guadagnare e perchè non hai troppa voglia di fare sul serio qualcosa.
Niente di più sbagliato.
E non correggere questo messaggio verso i propri potenziali clienti è  un errore pericoloso, se vogliamo scrivere per lavorare ed essere pagati, quindi per guadagnare…da poco a tantissimo, dipende da cosa portiamo ai nostri clienti creando contenuti.

I redattori di contenuti, se lavorano nel modo giusto, fanno guadagnare alle aziende un sacco di soldi, perché sono le parole a indirizzare verso le vendite… sono gli scrittori a condurre lo show!

Se il contenuto del sito su cui stai lavorando che ti hanno chiesto di creare è sfocato, non è incisivo ed esiste solo per farti dire che “qualcosa fai anche tu”, credo che soft sia la parola giusta.

Ma non è questo lavorare come content creator. Non è certo questo che si intende con “creare il contenuto perfetto”.
E nessuno di noi, che voglia fare carriera in questo settore,  dovrebbe accontentarsi di contenuti morbidi e soffici.

E’ ORA DI UN CONTENUTO… CON GLI ATTRIBUTI!

Gli scrittori aziendali più efficaci, sia che tu stia scrivendo internamente all’azienda, per clienti terzi o per la tua stessa attività, combinano una scrittura piacevole da leggere ad un contenuto estremamente efficace.


Devi scrivere qualcosa di divertente perchè è raro, se non impossibile, trovare un pubblico che interagisca con contenuti che non siano divertenti da leggere.

Non importa se stai scrivendo una pagina di vendita, una serie di e-mail, un white piper, il testo di un tutorial video, uno script di podcast… o qualsiasi altra serie di parole organizzate a scopo di marketing: deve essere interessante.
Ci deve essere anche una strategia valida, che giustifichi il costo di scrittura del pezzo.

E’ necessario poi un contenuto che colpisca nel segno.

Possiamo essere artisti e poeti maledetti finchè vogliamo, ma quando ci sono bollette e tasse da pagare, la scrittura deve essere professionale.

Tutta la scrittura è costosa. Si sappia.
La scrittura professionale ancora di più.

Gli scrittori (bravi) di siti web, che lo fanno come professione (come nel mio caso) si fanno pagare (lauti) compensi…ed è così che bisogna fare!

Anche se tu non stai pagando uno scrittore (non ancora… finchè non ti sarai accorto che sbagli perchè ne hai bisogno!), se non ti stai ancora facendo pagare (con la scusa di farti conoscere… eppure non è una scelta delle migliori!), se stai scrivendo per il tuo progetto personale oppure sei un giornalista o scrittore,… beh quello che devi in ogni caso sapere è che una scrittura efficace richiede tempo.
E il tempo è l’unica risorsa che non possiamo recuperare.

Ecco perché poi lo chiamiamo “content marketing” e non “content hobbying”: il contenuto non è uno scherzo. Il contenuto quando è sviluppato in modo professionale persegue importanti obiettivi aziendali. Se così non fosse non dovremmo nemmeno produrlo, e piuttosto dovremmo cazzeggiare sui social come dicevamo all’inizio.

IL LAVORO DEL CONTENT CREATOR ELEONORA VIGNATO

GLI STRATAGEMMI


Un creatore di contenuti,che sappia indirizzare verso risultati aziendali misurabili, attraverso i contenuti stessi, lo farà attraverso degli stratagemmi, che gli scrittori intelligenti applicano e verificano sempre.

La prima lettera, anche qui, è sempre la “A”. “A” come Attenzione. Fino a quando non riesci ad ottenere l’attenzione di un potenziale cliente, non puoi recapitare alcun tipo di messaggio.

La maggior parte della pubblicità, e quindi del lavoro di un copy, si concentra qui, proprio per questo motivo.

Il contenuto è ciò che funziona per attirare l’attenzione delle persone che potrebbero voler fare affari con te (o con il tuo cliente). Ricorda: là fuori è strapieno di contenuti ordinari. Tu devi assicurarti che ciò che stai creando sia straordinario e che meriti l’attenzione che stai chiedendo.

Ciò, bada bene,  non significa che i contenuti (anche se eccezionali) attireranno automaticamente un pubblico. Dovrai promuoverlo: farne parlare, pubblicizzarlo e ottimizzarlo. Ma di questo parleremo più avanti. 

Le persone che stai cercando di attirare verso la tua attività continuano a leggere post su blog, ascoltano anche altri podcast e guardano decine di video. Il tuo compito è quello di trasmettere loro abbastanza della tua arte\professionalità\competenza da scegliere il tuo, quando gli viene data l’opportunità.

Ma chi ci guarda? Misurare il traffico e da dove proviene è il primo compito analitico di qualsiasi proprietario di siti Web: senza un buon uso di Google Analytics non potrai mai sapere quali titoli e argomenti stanno ottenendo il maggior traffico, collegamenti e condivisioni .

IL CONTENUTO DEVE COINVOLGERE IL PUBBLICO

Una cosa è attirare l’attenzione di qualcuno. Un’altra cosa è mantenerla.

Il fattore più importante per praticamente qualsiasi tipo di azienda è ottenere una “folla affamata” di potenziali clienti o di già clienti che desiderano e hanno bisogno di ciò che stai offrendo.

Una volta che avrai fatto il duro lavoro di attirare un pubblico, sarà il tuo lavoro di content marketing per la conversione a tenerlo vicino.
Indipendentemente dalla strategia che stai utilizzando per incanalare il traffico, la costante che non deve mai mancare è una rete di contenuti interessanti e coinvolgenti, che ti aiuterà a mantenere il traffico sul tuo sito in modo da poter effettivamente avere una conversazione su ciò che offri.

Ecco perché la tua strategia di marketing dei contenuti deve includere qualcosa di più che “semplice e accattivante”.

Hai anche bisogno, infatti, di materiale ponderato e ben sviluppato che consenta al tuo pubblico di compiere dei passi verso di te, tipo  connettersi con te via e-mail o, anche, tramite chat.

Devi offrire una conversazione prolungata, in modo che i componenti del tuo pubblico inizino a vedere come puoi aiutarli a raggiungere i loro obiettivi.

È qui che sfuggi dal rumore e dal disordine, e inizi a costruire una relazione significativa con il tuo pubblico.

IL CONTENUTO MATURA LEAD

Quando le persone hanno un problema che stanno cercando di risolvere, ti incontreranno a metà strada. Ti daranno una quota maggiore della loro attenzione, se li aiuti a risolvere il loro problema in modo efficiente e secondo una sequenza temporale che rispetti le loro esigenze.

Bisogna partire da un dato di fatto. Non tutti coloro che si imbattono nella tua azienda, nel tuo prodotto o nel tuo servizio sono pronti a diventare clienti oggi. E, per far sì che questa conversione avvenga, niente funziona meglio dei contenuti per mantenere quella possibilità “parcheggiata” fino a quando le circostanze la faranno concludere positivamente, al momento giusto.
È qui che utilizzerai testi come i white paper, per il “colpo di grazia”!

IL CONTENUTO DEVE CREARE DESIDERIO

Il contenuto deve accendere la fiamma del desiderio che il tuo prodotto o servizio intende soddisfare.

Questo è quello a cui noi del settore pensiamo quando si parla di  “copywriting“. È l’informazione che ti fa avere disperatamente bisogno di quella nuova macchina per fare esercizio alle 2:00 di notte. È la sequenza di email di vendita che ti fa tirar fuori la tua carta di credito dal portafoglio per iscriverti a un corso o un seminario.

Ma di questo parleremo più avanti.
Per ora si sappia che la scrittura,professionale, richiede tempo.

Creare contenuti che la scrittura veicoli verso risultati misurabili (leggi “guadagnare”) è un lavoro serio, ed è quello del content creator.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *