CRESCITA PERSONALE,  TUTTI GLI ARTICOLI DEL BLOG

NON CREDERE A TUTTO CIO’ CHE PENSI! 8 PASSI PER LA LIBERTA’ PERSONALE

Ci siamo: le feste sono finite, il 2020 è iniziato ed è arrivato il momento di mettere in pratica seriamente , il cambiamento che ti sei prefissato: quindi, per iniziare NON CREDERE A TUTTO CIO’ CHE PENSI.

Iniziamo da qui.

Non credere a tutto ciò che pensi! 

All’inizio può sembrare strano. Tuttavia, c’è una buona ragione per cui ti dico questo! La maggior parte dei tuoi pensieri ha origine a livello dell’ego.  E, sebbene l’ego sia una parte significativa della tua personalità, non è veramente quello che sei, la tua parte più autentica!
Cosa significa in soldoni questo per te?

Il tuo ego gioca un ruolo importante nella tua vita. Però, sebbene non sia cattivo, se vivi a livello dell’ego, creerà dolore e drammi inutili nella tua vita.

Comportamenti basati sull’ego

Alcuni comportamenti (sbagliati) basati sull’ego sono:

  • paragonarsi agli altri
  • sentimenti di gelosia
  • dare alla ricchezza materiale un’importanza esagerata (o credere averne bisogno unicamente per essere felice)
  • pensare di non essere all’altezza
  • cercare amore, accettazione e felicità al di fuori di te stesso

In questo modo puoi cadere in un inutile ciclo per calmare o rafforzare il tuo ego. E, il modo più comune in cui le persone compiono questo è aumentando la loro ricchezza materiale, acquistando oggetti, il più delle volte inutili (nb: parlo di rifugiarsi nell’acquisto di beni, non parlo di aumentare il proprio denaro, che anzi ritengo uno degli obiettivi fondamentali per la propria libertà e per il benessere non solo nostro ma di tutti quelli che abbiamo attorno),si ossessionano per migliorare il loro aspetto o rincorrere vari livelli di istruzione così credendo di rafforzare il loro ego e calmare la voce assillante che dice loro che non sono abbastanza .
Certo, questi passaggi non sono per niente un male. Tuttavia, è importante riconoscere quanto hai davvero bisogno di queste cose per sentirti bene con te stesso, e se queste non debbano essere la conseguenza naturale del tuo benessere, e non viceversa.

La paura e l’ego

L’ego è una grande parte della tua personalità.
Pertanto, molti dei tuoi pensieri, che vengono fatti al fine di rafforzarlo o calmarlo, come ti dicevo prima, sono dominati dalla paura. Più banalmente, temiamo il fallimento. Non solo: le persone odiano e hanno il terrore di apparire sciocche, temono il cambiamento e generalmente non si sentono mai  all’altezza. 

Sono proprio queste convinzioni limitanti e negative possono impedirti di vivere senza paura e raggiungere i tuoi obiettivi.

Voglio essere sincera fino in fondo: quello che io scrivo su questo blog, quello che io condivido con la convinzione di potere essere d’aiuto agli altri, è solo la punta dell’iceberg delle cose che ho letto, imparato e messo in pratica: ma anche io, in un certo senso, ho temuto (e in parte temo ancora) il giudizio dei mie lettori. Perchè molti di questi temi sono nuovi in Italia, e quindi sono seguiti dalla diffidenza.
Ma siccome sono convinta possano cambiare la vita delle persone, li condivido e li condividerò sempre più.

Anche io esco dalla mia zona di comfort

Troppo spesso preferiamo rimanere paralizzati nelle nostre zone di comfort, anche se siamo infelici. Questo perché, quasi certamente, ad avventurarsi al di fuori dei confini della nostra zona di comfort, si rischia di ferire il nostro ego, che magari andrà incontro a giudizi negativi, a errori, a fatica, a derisione.
E, se te lo dico, è perchè lo so, credimi: siamo stati tutti bloccati qui, ad un certo punto della nostra vita.

L’unico modo in cui puoi evolvere e cambiare la tua situazione, è fare a pezzi la paura.
In altre parole, devi smettere di credere alla voce nella tua testa.
E, sebbene non mettere mai a tacere completamente l’ego, perché svolge una funzione importante nella tua vita, non credere a tutto ciò che pensi

Questo è un pezzo di un articolo della rivista Riza, proprio su questo argomento:

Il termine ego coincide con una funzione psichica; detto questo, esiste una zona cerebrale espressamente dedicata a tale funzione? Alcuni ricercatori di neuroscienze credono di sì e hanno osservato una connessione fra l’attività mentale autoreferenziale e la corteccia prefrontale mediale, che si trova nella parte anteriore del lobo frontale. Esisterebbe quindi una zona del cervello che si attiva primariamente quando ci riferiamo al nostro Ego con parole e pensieri. in ogni caso, la naturale sede dell’Ego o io cosciente si trova nella neocorteccia, la zona di più recente sviluppo del cervello. Il cervello antico è invece quello che si “occupa” degli istinti e dei bisogni primari dell’uomo: non sorprende pertanto che la civiltà contemporanea spesso esalti il primo cervello (e quindi la razionalità) a scapito del secondo: per questo si parla spesso di Ipertrofia dell’Io, ovvero dell’importanza eccessiva che spesso si attribuisce a questa finzione, relegando sullo sfondo emozioni e istinti.

[…]

L’ego è un’illusione?

Secondo tutte le tradizioni sapienziali di oriente e occidente, uno dei problemi che impediscono l’evoluzione dell’uomo e la sua autentica realizzazione è proprio l’Ego. Quanto più gli attribuiamo importanza, tanto più ci distanziamo da quello che siamo nel profondo. Non solo: questi antichi sistemi di pensiero, in particolare il Taoismo cinese, affermano che liberarsi dall’identità, e quindi dall’Ego è la condizione essenziale per accedere all’illuminazione. Tutte le pratiche di elevazione spirituale portano a considerazioni simili: l’Ego è un fardello che rende schiavi e di cui ci si deve liberare, per comprendere che la realtà è unica e che le divisioni al suo interno, ad esempio fra Io e non/Io, sono solo illusioni e i confini sono apparenze. La cosa sorprendente è che gli sviluppi della fisica contemporanea, dedicati allo studio delle particelle subatomiche, portano a considerazioni simili: la materia è unica, dinamica e fluisce perennemente come in una danza di continui mutamenti. Anche l’Ego, che viene spesso percepito come immutabile, è dunque tutt’altro che statico: ricordarlo può essere utile per prendere le distanze da ogni atteggiamento che, rendendolo più grande o importante di quello che è, alla lunga produce solo sofferenza.

Quindi. Tornando a noi.

Credenze limitanti ed ego

L’ego è la fonte proprio di quelle credenze limitanti che ti trattengono.
E, sia chiaro, tutti noi abbiamo convinzioni limitanti sia che ce ne rendiamo conto oppure no!
Questo è il risultato dei nostri condizionamenti passati. Ad esempio, impari chi sei dagli adulti intorno a te. Ti dicono come comportarti e cosa sei capace di fare. Ti avvertono anche di ciò che non puoi fare, basandosi solo su una (limitata) percezione di te. Nel tempo, hai interiorizzato queste opinioni e queste vengono assorbite dal tuo “concetto di sé”.

Ma tu sei TU, non quello che ti hanno costruito.

Demolire la paura

Ecco, in base a quello che ti ho detto finora,  perché è importante non credere a tutto ciò che pensi!
Puoi perseguire e lottare per avere involontariamente una vita che non riflette ciò che sei veramente. Una vita che odi!
E, oltretutto, potresti non lottare per le cose che ti porterebbero gioia e soddisfazione. Per le cose che ti appartengono davvero.

Ad esempio, ti potrebbe essere stato detto che non sei un tipo atletico perché non eri granchè veloce in palestra. Di conseguenza, da allora e fino ad ora, potresti aver creduto e credere di non essere bravo negli sport ed evitare di partecipare ad attività che altrimenti ti sarebbero piaciute tanto, dove magari avresti potuto eccellere, o anche no, chissenefrega: ti avrebbero reso felice. E, non sottovalutare le conseguenze ancora più gravi: non fare sport potrebbe portare all’obesità, all’insicurezza e alla depressione.

Da quando mi sono avvicinata al mondo della mente quantica, e alle profezie autoavveranti, sono stata costretta a guardarmi indietro: fatico moltissimo ad esternarle, ma non si contano le situazioni in cui sono stata “bloccata” fin da bambina, rispetto a strade che invece sarebbero state le mie.
Che ora ho recuperato o sto recuperando.

Piano piano, ho affrontato (sto affrontando) una alla volta le mie paure e ho iniziato a fare quello che sento mi appartiene.
HO INIZIATO A FARE QUELLO CHE VOGLIO. Per dirla nel modo che preferisco.
E un mondo completamente nuovo mi si è aperto!
Mi sono sempre limitata, a causa della paura basata sull’opinione di qualcun altro. Il mio è solo un esempio.

Ma ti prego.

Pensa solo per un momento a tutte le esperienze che ti sei perso e che  potresti continuare a perdere a causa di una falsa idea che hai interiorizzato da bambino.

Risveglio

Non credere a tutto ciò che di negativo pensi sia legato all’inizio del tuo risveglio. Ed è qui che è iniziato il mio viaggio circa 10 anni fa. Dopo molte letture e ricerche, ho imparato a ignorare i pensieri dell’ego nella mia testa e ho iniziato a fare quello che volevo fare, anche se era spaventoso.

Molti lifecoach che ho ascoltato, ma anche leader spirituali di tantissime religioni, attuali o passate, ci insegnano che lo scopo di un guerriero è di trascendere il condizionamento sociale per scoprire il proprio potere personale. Quindi, mi sono prefissata di diventare una guerriera… e anche tu puoi!

Manifestare gioia e abbondanza

Improvvisamente, hanno iniziato a manifestarsi cose nuove e meravigliose nella mia vita! Sono insieme ad un uomo con cui sto benissimo, abbiamo una meravigliosa bambina e sono iniziati i lavori per la nostra nuova, bellissima, casa. Ho lanciato diverse attività, sto lavorando tantissimo come copywriter, scrivendo moltissimo per riviste e altri committenti,  e sto curando diversi corsi, su diverse materie… come piace a me! Perchè questo è un altro esempio di come mi avessero bloccata: anni fa, mentre ero all’università e avevo capito che la materia che studiavo, legge, mi stava stretta, dissi che dopo avrei studiato altro, avrei sicuramente fatto altro.
Mi venne risposto che “non si può, ti devi specializzare in una cosa e fare solo quella”. E mi venne detto da un potente politico, che nel frattempo, cercava di farmi cadere in uno sporco ricatto.
Sento ancora l’ansia mentre lo scrivo, e per molto tempo mi ha bloccata.
Posso assicurarti che puoi fare quello che vuoi e quante cose vuoi, puoi farle bene tutte, o alcune, o come ti pare. Avrai soddisfazioni, economiche, personali e lavorative. Basta che ti risvegli.

Ora, la mia vita ora è, quasi, esattamente quella che volevo… e dico “quasi”, lo dico sempre, solo perchè il mio processo di cambiamento è in continua evoluzione!
E, quando si affacciano pensieri spaventosi, mi ricordo solo che non devo credere a tutto ciò che penso!

Superare le sfide

Non si può negare che la vita sia una sfida.
La verità è che la vita non è pensata per renderti felice solo per il fatto che vivi; la vita e la sfida sono una cosa sola.
Tuttavia, la parola sfida implica qualcosa di positivo.
È sinonimo di perseveranza, duro lavoro e determinazione a superare gli ostacoli.

E quando inizierai a non credere a tutto ciò che pensi e inizierai a fare le cose che ti spaventano, puoi superare i limiti autoimposti per sperimentare una nuova e meravigliosa realtà!
Una delle maggiori ricompense della vita è liberarti delle convinzioni limitanti che hai trascinato negli anni.

Ottieni ciò che vuoi

È tuo diritto dalla nascita avere successo, salute, felicità ed entusiasmo per la tua vita.
E, sarà quando smetterai di credere ai pensieri che vengono dall’ego e basati sulla paura, che la vita smetterà di essere dura e inizierai ad essere davvero felice.
L’universo premia sempre il coraggio!
Quindi, inizia a vivere la vita che desideri.
Presto noterai che le cose inizieranno a cambiare a tuo favore, inizierai ad accorgerti dei segnali del cambiamento, cose che sembrano avvenire per caso, o colpi di fortuna, … strane “fatalità”.
E diventerai sempre più bravo a dimostrare cose straordinarie nella tua vita. Ora, quando visualizzo ciò che voglio e mi comporto come se lo avessi già, mi accade!

Tutto ciò che vedi ora era una volta un pensiero nella mente di qualcun altro. 

Il cervello quantico non è magia. È ciò che crei con ogni parola, azione, pensiero o intenzione. E lo fai già e farai sempre!
È semplicemente la Legge di Attrazione al lavoro.

Non credere a tutto ciò che pensi!

Quindi, non credere a tutto ciò che pensi ! Concentrati invece su questi due principi:

  • Tutto ciò di cui ho bisogno per creare la mia felicità è già dentro di me.
  • Qualunque cosa io voglia, ce l’ho già, ma non l’ho ancora manifestato.

La domanda che ho sentito fare più spesso ai seminari su questo argomento dalle persone è quanto tempo ci vorrà per ottenere ciò che vogliono.
La risposta comune è che l’Universo non funziona in tempo come facciamo noi. Se sei sulla giusta frequenza e allineando la tua vita con la tua visione, ce l’hai già! Si manifesterà nella tua realtà al momento giusto.

8 passi per la libertà personale

Vorrei condividere con te un’attività che faccio per calmare il mio “critico interiore” e impedirmi di credere a tutto ciò che penso.

1. Scrivi una convinzione limitante che hai di te stesso. Cosa ti tiene bloccato? Ad esempio, potresti dirti: “Sarò sempre in sovrappeso”.

2. Ora, cancellalo. Quindi, accartoccia la carta e bruciala, gettala via o distruggila!

3. Su un foglio di carta pulito, preferibilmente nel tuo diario, scrivi una nuova convinzione. Ad esempio, “Sono sano, attivo e sono al mio peso ideale”.

4. Continua questo esercizio ogni mattina e ogni sera per alcune settimane o finché ritieni che sia necessario.

5. Trova immagini che illustrino questa convinzione. È un ottimo momento per creare una scheda di visione o aggiungerla a una scheda che hai già inizato. Guardare le rappresentazioni visive di ciò che vuoi attrarre nella tua vita accelererà la loro manifestazione.

6. Pronuncia affermazioni positive a sostegno della tua nuova convinzione. Ora è tempo che tu scriva le tue affermazioni positive. E c’è un modo efficace per farlo, quindi dai un’occhiata qui . Ad esempio, “Sono così felice ed entusiasta per essere così attivo e forte. Ogni giorno nutro il mio corpo con cibi sani e nutrienti. “

7. Continua a ripetere questo processo fino a quando non hai raggiunto il tuo obiettivo.

8. Quindi, concentrati su un nuovo obiettivo e ricomincia il processo.

Il segreto è vivere come se avessi già raggiunto i tuoi obiettivi. Quindi, non credere a tutto ciò che pensi! Abbi la ferma convinzione, mentre vai avanti nella tua vita quotidiana, di aver già ottenuto tutto ciò che desideri, ma che semplicemente non è apparso nel tuo mondo reale (non ancora).

Pensa con grande energia, usa pensieri potenti e utilizza parole come amore, abbondanza, ricchezza, miracoli, prosperità, gentilezza, gioia, compassione e salute. Queste parole, insieme ai sentimenti che ispirano, ti allineeranno alla vita che desideri. 

È ora di smettere di credere a tutto ciò che pensi e prospera!

Te lo meriti e l’Universo ti sta aspettando!

Se ancora hai dei dubbi, fatti queste domande:

Come sarebbe cambiare la tua vita? Ci sono aree della tua vita che vorresti cambiare? Hai delle convinzioni specifiche su di te che non riflettono più chi sei veramente? Qual è la cosa più difficile del cambiamento per te? 

Sentiti libero di commentare qui sotto e già scrivendolo inizierai il processo di cambiamento!

Provare non ti costa nulla, e come dico sempre, pensa se l’unico rischio che corri fosse quello di realizzare i tuoi sogni e vivere la vita che vuoi davvero!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *