TUTTI GLI ARTICOLI DEL BLOG

SEI UNA SIGNORA

Abbiamo armadi che non riescono a chiudersi. Scarpiere che sputano tacchi e lacci da ogni fessura.
Siamo ossessionate. Dalla moda. Dalle tendenze. Dalle gomitate di chi ci guarda.
E va bene.
Va bene finchè prima di tutto questo sei una signora. Una vera. Una che signorina non c’è mai stata. Che neanche il galateo lo concepisce.
Una che dice le cose senza fronzoli, senza ferire, senza infierire, ma senza mentire. Mettici pure una parolaccia. Senza ingannare.
Hai fascino non se le suole delle tua scarpe sono rosse, ma se su quelle scarpe svettano gambe che camminano da sole.
Gambe che arrivano, ma anche che se ne vanno con dignità.
Il modo in cui sorridi, il modo in cui rispondi, il modo in cui sposti i capelli, il modo in cui cammini.
Il fascino è tutto chiuso lì.
Sei donna perchè lo sei dentro non perchè lo fa vedere un vestito.
Sei signora quando chi ti sta accanto, per un’ora, per un giorno, per una vita, null’ altro abbia che essere fiero di te.
Ed è obbligatorio essere frivole. Perchè siamo donne. Ma è altrettanto obbligatorio esserlo con grazia. Con garbo.
Che nulla ha a che vedere con quello che gli altri ci chiedono o pensano di noi, ma con il rispetto verso la nostra persona.
Mangiamo di giusto. Beviamo brindando. Ascoltiamo. Pensiamo. Parliamo. Ridiamo.
Non aspettiamo un uomo. Non cerchiamo la fede al dito a tutti i costi.
Che signora lo devi essere sempre.
Che ancora di più se un marito o un uomo a fianco non c’è, tu sarai signora.
Che le signore non hanno bisogno di nessuna fede, se non quella che unisce cuore e orgoglio.
Una signora la promessa la fa a sè stessa. E poi la fa ad un uomo. E quella sarà la più vera che lui potrà mai ricevere.
Perchè una signora non ha bisogno mai di nulla. Ma se dice ad un uomo di aver bisogno di lui, ha davvero bisogno di lui.
E l’unico modo in cui potrà soddisfare quel bisogno sarà amarla. non ci sono regali. Non ci sono oggetti.
Le signore vogliono amore. Complicità.
Una signora nella vita, signora della propria vita. Una che la vita la morde.
Una donna vera. Una che bacia a lungo. Lentamente. Stringendo le braccia attorno alle spalle del proprio uomo.
Una da proteggere nelle brevi pause in cui lei stessa smette di proteggere te.
Una che fa l’amore ogni volta che ne ha voglia. E lo fa davvero. E non pensa. E non studia. E non ti offre il fianco senza smagliature.
Perchè sta pensando solo a te.
Una che ti dice “a me piace così” e guida la tua mano.
Una che sia fatta di pelle vera. A cui mordere le labbra senza paura che esploda il botulino. Sei una signora quando non hai paura, non ti nascondi.
Non infili sotto al tappeto la carta dei tre cioccolatini che ti sei mangiata, ma offri il quarto a chi hai davanti.
Non negarti. Ama fino in fondo. Ama quando l’amore arriva. Ama davvero. Ama un uomo che sia di valore.
E valorizzalo. Toccalo. Accarezzalo. Non sei una gheisha. Non sei nemmeno una padrona. Sei una donna. Sei una signora. E lui è il tuo uomo. Il tuo uomo. Uno che per essere amato da te ha per forza qualcosa di unico.
Non stancarti di dirglielo. Non stancarti di volere lo stesso da lui.
Non abituarti, non cedere, non venderti.
Che prima donna, tra la gente che vale poco, ci arrivi ad esserlo con una borsa.
Che prima donna, tra la gente di valore, ci arrivi ad esserlo con la verità ed il carisma.
Che prima donna, nel cuore di un uomo, ci arrivi con il tuo essere totalmente, pienamente, orgogliosamente, sinceramente Donna.
Sarai, anche, la sua. Di signora.
Sarai tu. La signora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *