LAVORO E PRODUTTIVITA',  TUTTI GLI ARTICOLI DEL BLOG

Sì, CHE I SOLDI FANNO LA FELICITA’

Parliamo di soldi e felicità, due cose a cui molti di noi pensano spesso: come raggiungerle o averne sempre di più.
Ci fate caso?
Ritorna sempre la stessa frase: dalla religione ai libri di auto-aiuto, dalla famiglia al capo, la frase è che i soldi non comprano la felicità.
Partiamo dalla regola base: non è vero. I soldi fanno la felicità, eccome!


Lavoro con il (i) business, per cui non posso dire diversamente, direi una bugia, perciò ribadisco: non è vero, i soldi fanno la felicità.
Se siete convinti che sia vero che i soldi non fanno la felicità, vuol dire che non state spendendo bene i vostri soldi.
Bisogna andare a lavorare in quel punto: lì è l’errore.
Se vi dicessi che, se invece di spendere i soldi come fate di solito, li spendeste in maniera diversa le cose andrebbero meglio mi credereste?
E prima di dirvi in che modo spenderli per rendervi più felici valutiamo i modi in cui li spendiamo di solito e che, in realtà, non ci rendono più felici. Anzi.
Prendiamo per esempio i casi ampiamente studiati e verificati delle persone a cui capita la fortuna di vincere alla lotteria.
Il denominatore comune è che la gente pensa che vincendo alla lotteria la vita sarà meravigliosa. Questo articolo parla di come la loro vita sia stata rovinata.

Quello che succede a chi vince alla lotteria è:

Spende tutti i soldi e si indebita, tutti gli amici, i familiari o chiunque abbia mai conosciuto ritrova, li sfinisce con richieste di denaro, mandando di fatto in rovina tutte le relazioni sociali.

Quindi ciò che hanno guadagnato sono più debiti e peggiori amicizie di quelle che avevano prima di vincere alla lotteria.
Ciò che è interessante di quando si parla di questo argomento, anche ai vari seminari e corsi, è come le persone iniziano a commentare.
Cioè, invece di esclamare al rendersi conto che i soldi, di per sè, da soli, non portano la felicità, tutti cominciano a dire: “Sai cosa farei se vincessi alla lotteria…?” e a fantasticare su quella utopia.
E queste sono solo un paio delle cose interessanti su cui riflettere.

C’è chi dice: “Se vincessi, mi comprerei una piccola montagna e ci costruirei la mia casetta in cima.” Qualcun altro: “Riempirei una vasca da bagno di soldi, mi immergerei nella vasca a fumare un enorme sigaro e a bere un bicchiere di champagne.” E avanti anche peggio: “Mi farei scattare una fotografia e ne farei stampare una dozzina. Tutti quelli che verranno a elemosinare o estorcermi soldi riceveranno una copia della foto e nient’altro.”

E la maggior parte dei commenti sono sempre di questo tipo, commenti in cui si ha la prova che quando la gente riceve soldi diventa antisociale.
Vi ho già detto come i soldi non guadagnati rovinino la vita della gente e come anche gli amici diventino irritanti. Non solo, i soldi non guadagnati spesso ci rendono egoisti e facciamo le cose solo per noi stessi.
Forse il motivo per cui i soldi senza valore non ci rendono felici è che li spendiamo sempre nelle cose sbagliate, e in particolare, che li spendiamo sempre per noi stessi.
Vi siete mai chiesti cosa succederebbe se spingessimo le persone a spendere più soldi per gli altri?
Invece di essere antisociali, cosa succederebbe se foste un pochino più pro-sociali con i vostri soldi?
Qualcuno lo ha pensato, lo ha fatto e ha visto cosa succede.


Questo esperimento si è svolto a Vancouver, in un campus alla University of British Columbia. Sono state avvicinate delle persone chiedendo loro di partecipare a un esperimento, lor hanno accettato e così si è svolto.
Prima di tutto hanno chiesto quanto fossero felici, poi hanno dato loro una busta.
Un tipo di busta conteneva un messaggio che diceva: “Hai tempo fino alle 17:00 di oggi, spendi questi soldi per te stesso.” Abbiamo dato alcuni suggerimenti su come spenderli.
Altri hanno ricevuto un biglietto che diceva: “Hai tempo fino alle 17:00 di oggi, spendi questi soldi per qualcun altro.” Nella busta c’erano anche i soldi.
Non era lasciata al caso la quantità di soldi che dati loro.
Alcuni hanno ricevuto un biglietto e cinque dollari. Alcuni hanno ricevuto un biglietto e 20 dollari. Sono stati lasciati liberi tutto il giorno e hanno fatto quello che volevano.
Hanno poi scoperto che avevano speso i soldi come richiesto.
Quando li hanno richiamati la sera hanno chiesto: “Come li avete spesi, e quanto vi sentite felici adesso?”.
Come li hanno spesi? Trattandosi di studenti universitari molto è stato speso per se stessi in oggetti come orecchini e trucchi.
Una ragazza ha detto di aver comprato un peluche per la nipote. Alcuni hanno dato soldi ai senzatetto…
Alcuni hanno preso il caffè per se stessi, come farebbero di solito, altri hanno detto di aver comprato un caffè per qualcun altro.
Quindi la stessa spesa, indirizzata a se stessi o indirizzata a qualcun altro.

Cosa è stato scoperto alla fine?
Coloro che avevano speso soldi per gli altri erano più felici.
Per coloro che avevano speso soldi per se stessi, non è successo niente.
Non li ha resi meno felici, ma non è servito a niente.
E l’altra cosa rilevante per l’esperimento è che la cifra non aveva importanza.
La gente pensava che 20 dollari fossero molto meglio di 5 dollari.
Facciamo in modo che alcuni facciano quello che fanno abitualmente spendendo soldi per se stessi, mentre altri danno via i soldi, misuriamo la loro felicità e vediamo se sono davvero più felici.In realtà non importa quanti soldi si spendano.

Quello che conta veramente è che vengano spesi per qualcun altro invece che per se stessi.

Lo vediamo in continuazione quando diamo alla gente soldi da spendere per altri invece che per se stessa.
Si possono fare davvero molti esperimenti di questo tipo applicandoli a diversi contesti.
Ma in tutti i diversi contesti, che sia la vita personale, la vita lavorativa, anche situazioni stupide come gli sport di squadra, vediamo che spendere per gli altri ha un maggior ritorno che spendere per se stessi.

Io posso confermare che se pensate che i soldi non comprino la felicità non li state spendendo bene.
Ciò non significa che dovreste comprare un prodotto piuttosto che un altro per rendervi felici.
In realtà, dovreste smettere di pensare a quale prodotto comprare per voi stessi e cercare di dare qualcosa agli altri.
Questo non significa rinunciare alle cose che vi piacciono, ma anzi proprio perchè avete la disponibilità economica e state acquistando qualcosa, fate in modo che questo diventi un momento per essere una persona migliore.

Faccio un esempio su me stessa: sono una persona che ama lo sport del tiro a volo ( o tiro a piattello). Poniamo che io abbia la disponibilità economica per acquistare uno dei fucili più costosi e ricercati. Faccio benissimo a farlo. Ma quella ricchezza economica che io ho per la mia passione perchè mi dovrebbe isolare? Perchè quando io poi vado ai campi di tiro dovrei rendermi antipatica, non salutare, non ridere scherzare con tutti. Perchè, proprio per godermi la mia ricchezza economica dimostrata anche col mio nuovo fucile, non arrivare al campo di tiro con un bel vassoio di pasticcini o la pizza per tutti, oppure offrendo una peedana ai miei amici per sfidarli?
Altro modo di spendere i soldi bene è la formazione: più imparerai, più guadagnerai. Questo è sicuro.

Poi, infine, finitela di credere che chi ha i soldi sia avido: può anche essere ma non lo è certo a causa dei soldi.

Ma perchè è stronzo di suo.

Ma un punto comune di tutti i poveri è che è difficile essere generoso senza soldi!

Demonizzare il denaro è la più grande forma di egoismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *