CRESCITA PERSONALE,  TUTTI GLI ARTICOLI DEL BLOG

VITA INTENZIONALE: CONNETTITI CON TE STESSA

Come ho affrontato le delusioni e come queste sono state determinanti per riprendere in mano la mia vita.

Ti è mai capito di guardarti e renderti conto che hai perso di vista chi sei?

Quando ripensi alle tue scelte e rifletti sul tuo passato, ti capita di essere scioccata dal renderti conto che forse non eri autentica come avresti dovuto essere? Forse c’erano situazioni che ti spingevano a non essere lucida e consapevole, o persone che ti hanno influenzato più di quanto avresti dovuto permettere.

Tutti hanno attraversato questa crisi di pseudo-identità , ma se tu sei qui è perché ti sei resa conto che c’è una disconnessione tra il tuo vero io e la persona che invece proietti sul mondo.

Il fatto di aver perso la tua autenticità è una delle più difficili (però più utili!) ammissioni a cui puoi arrivare.

La mia illuminazione è arrivata mentre affrontavo delle brutte delusioni nell’ amicizia, nel lavoro, nelle passioni.

Una domanda mi sono fatta e mi ha anche colpito: “ero felice?”. Il passato è d’obbligo, perchè di certo in quel momento in cui me la ponevo non lo ero, ma il peggio era proprio dovermi chiedere se lo ero prima di arrivare alla delusione. Mi riferivo a tutti gli sforzi che ho fatto fino ad ora per tenere unito, patteggiare, fingere di non veder, non sentire, quel famoso “quieto vivere”.

Poi è arrivato un liberatorio“VAFFANCULO!”.

Mi sono guardata intorno, e dentro, ed ho realizzato chiaramente che mi ero circondata di persone, situazioni e oggetti (sì, anche oggetti) che non erano per me, non mi riflettevano, che mi facevano solo del male.

Ed il peggio è che mi sono vista comportarmi come pensavo che tutti volessero che io facessi.
E’ stato un enorme pugno nello stomaco!

Credimi, perciò, quando ti dico, che lo so che è spaventoso.
Stai cercando le chiavi del lucchetto per ritornare ad essere te e quindi la mappa per tornare a vivere una vita autentica, la tua vita autentica. E questo si traduce nel riuscire a vivere una VITA INTENZIONALE.

Quando ho superato lo shock, ho iniziato a immergermi in ogni risorsa su cui potevo mettere le mani, per ritrovare la mia vi(t)a. Ho letto libri su libri, blog su blog, guardato video e ascoltato podcast.

Tra le tante interessantissime possibilità di crescita, sono inciampata su quella che è chiamata “vita intenzionale”, per essere più precisi, sulla vita intenzionale connessa con il minimalismo. (qui ti spiego cos’è e perchè lo sto abbracciando)

Quindi, senza ulteriori indugi,inizia il viaggio che ti porterà a ricollegarti a te, la vera te! Vediamo assieme come compierlo!
E tutto inizia con l’essere intenzionale.

Trova i tuoi valori e le tue convinzioni fondamentali.

Concentrare la tua energia e la determinazione nel trovare i tuoi valori e convinzioni fondamentali renderà il tuo viaggio molto più facile, piuttosto che non averli trovati!

In primo luogo, che cosa significa questo?

Le tue convinzioni sono ciò in cui credi. Che cosa ti appassiona, che cosa ti rende te. Queste convinzioni sono supportate dai tuoi valori. I tuoi valori sono ciò che ti aiuta a mettere in pratica le tue convinzioni.

Sono i pilastri di valore nella casa delle convinzioni! Aiutano a mantenere il tutto solido e conservare le tue convinzioni sicure e indistruttibili.

(RI)Trovare le tue convinzioni e i tuoi valori deriva dalla riflessione. E parte dall’analizzare la delusione (nel mio caso), cioè il fatto scatenante che ti ha portato a bloccarti e che ti ha fatto capire che non eri felice. Cosa l’ha provocato?

Il più delle volte, quando sarai riuscita a realizzare questo, ti accorgerai che sono fatti che provengono da azioni che vanno contro le tue convinzioni. Ed è assurdo! Potresti aver fatto quell’azione per anni, ma a volte, apriamo gli occhi e le orecchie solo dopo uno schiaffone doloroso.

Diventa consapevole.

Proprio come quando ti sei resa conto durante la tua illuminazione che: “Porco giuda, c’è qualcosa che non va …” Quella consapevolezza deve essere nutrita , curata e cresciuta durante il tuo viaggio verso te stessa.

Ascoltare te stessa può essere difficile all’inizio, ma darti il tempo per imparare a farlo sarà la quintessenza.

Tenere ben aperti occhi e orecchie non è l’unico modo per essere consapevoli.
La maggior parte della tua consapevolezza verrà da come e quanto riuscirai a guardarti dentro.
Chiedendo ogni volta a te stessa “perché sto reagendo in questo modo?” o “perché sono incline a scegliere questo piuttosto che questo?”. Imponitelo come esercizio.

Perchè questi tipi di consapevolezza interiore, certo, arriveranno spontaneamente ed automaticamente con il tempo, ma sarà così se inizi da ora a chiederti “perché”: così aiuti il ??tuo viaggio verso la vita intenzionale, verso la vera te.

Ogni pensiero, ogni azione dovrebbe avere un motivo e una risposta se ci si chiede “perché?”.

In caso contrario, vale veramente la pena proseguire?

Poniti le seguenti domande prima di reagire / rispondere

Il tuo viaggio verso l’essere intenzionale inizia con una base solida su cui essere in grado di costruire e crescere. Nel mio viaggio, ho scoperto che pormi queste tre domande mi ha aiutato e guidata per arrivare a mettere il pilota automatico al mio essere intenzionale. Certo, a volte devo tornare a fare questa operazione, ma questo aumenta la solidità delle mie basi (e lo farà anche con te!).

“Mi sarà di beneficio?”
Hai molte più cose importanti a cui pensare o di cui occuparti che rimanere impantanata in azioni, cose e persino relazioni, senza senso. Questa domanda elimina ciò in realtà è insignificante per te.
Se non è un beneficio per le tue convinzioni o per i tuoi valori, facilmente non sarà il percorso giusto da intraprendere.

“Valorizza il mio tempo?”
Il tuo tempo è, appunto, tuo e solo tu devi scegliere di spenderlo come diavolo lo vuoi spendere.
Concentrare il tuo tempo in attività che viaggiano verso le tue convinzioni e i tuoi valori sarà tempo ben speso. Se ti accorgi che la maggior parte del tuo tempo viene speso per senso del dovere in attività che ti svuotano o ti rendono infelice, questo potrebbe essere dovuto ad una pianificazione scadente o potrebbe anche essere che non ti sei data una risposta sincera alla domanda di cui sopra.

“E’ in linea con i miei valori e le mie convinzioni?”
La più grande domanda che puoi farti per ricollegarti a te. Ed è per questo che ti dicevo che avere quel solido fondamento delle tue convinzioni e dei tuoi valori è fondamentale.

Ogni volta che ti trovi di fronte a una domanda, a un compito, a un dubbio, a qualsiasi cosa, se non si allinea alle tue convinzioni fondamentali, non vale la tua energia o il tuo tempo. Non pensarci più!

DIRE DI NO può essere difficile per noi che abbiamo sempre cercato di accomodare, al punto di rinunciare a noi stesse (fino ad ora!). So che è stato difficile per me quando ho dovuto dire a qualcuno no per la prima volta.
Ma tu e solo tu sei la custode della tua stessa vita.
Nessun altro lavorerà sodo quanto te per essere sicuro di essere felice! RIPETILO!

So che all’inizio questo è un percorso che può sembrare spaventoso, ma ripensa al motivo per cui stai apportando questo cambiamento alla tua vita.
Qual è stato lo “schiaffo” che ti ha fatto venire voglia di ricollegarti a te stessa? Saresti più felice se continuassi sulla strada che credevi sicura ma che ti ha portato lontana da stessa? No.

Probabilmente non lo saresti, e saresti ancora più infelice ora che ne sei consapevole.
Ricorda, ritrovare la strada per essere felice con te stessa è fondamentale ed è altrettanto importante prenderti cura di te lungo la strada.

So che sei pronta a fare il salto per vivere una vita intenzionale!

E proprio per questo tu sei già al punto in cui sei più vicina alla tua vera, autentica TE.
Più vicina che mai!

Hai la forza e la determinazione che ti aiuteranno lungo la strada, e io sono qui per aiutarti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *